Problemi di concentrazione? La tecnica del mandarino può aiutarti a ritrovarla!

Alla vigilia delle festività natalizie la mente va, viaggia… se ancora sei sotto esame, devi studiare, hai ancora mille progetti da consegnare e mille email da leggere… non preoccuparti! La tecnica del mandarino può salvarti la pelle (almeno fino all’inizio delle vacanze) 😉

Si tratta di una tecnica di concentrazione che ha origine nella meditazione. Le tecniche di mindfulness sono volte a riportare uno stato di equilibrio meditativo sul sé, attraverso l’attenzione sul momento presente. Ansie, paure, pensieri negativi, incertezze… tutto ciò che ci stressa la mente può essere fronteggiato prendendo consapevolezza del momento presente, portando l’ascolto sull’unica cosa che possiamo dare per certa: il nostro corpo all’interno di uno spazio nel qui e ora. Il corpo diventa strumento imprescindibile per restare concentrati, poiché essendo l’unica cosa che realmente è certa, possiamo azzerare il sovraccarico di pensieri ancorandoci ad essa e ripartire con un nuovo set mentale, fresco, ricaricato di energia e pronto ad accogliere nuovi stimoli.

Ma ora bando alle ciance! Ecco cosa devi fare:

  1. Siediti con i piedi ben piantati sul pavimento, busto dritto attaccato allo schienale della sedia
  2. Inspira dal naso ed espira dalla bocca profondamente per tre volte
  3. Ora chiudi gli occhi e immagina di stringere tra le mani un mandarino. Cerca di visualizzarne tutti i dettagli. Di che colore è? È leggero? È pesante?  È freddo? È a temperatura ambiente? Ha delle foglie? È umido oppure secco?
  4. Passa il mandarino tra le mani, ruotalo, muovilo per visualizzarne tutte le caratteristiche
  5. Ora prendi il mandarino con una mano, alza il braccio e avvicinalo alla parte posteriore della tua testa all’altezza della nuca. Lascia il mandarino in questa posizione. E’ un mandarino magico, dunque non cadrà!
  6. Sempre ad occhi chiusi immagina il tuo mandarino, mentre galleggia esattamente dove lo hai lasciato
  7. Ora immagina di espandere il tuo campo visivo fino ad includere tutto ciò che ti circonda, come in un virtual tour dove riesci a vedere la stanza a 360 gradi
  8. Stai con questo pensiero per un po’ e osserva
  9. Quando sei pronto, riapri gli occhi e recupera il tuo senso di realtà

Fai questo esercizio 3 volte alla settimana per almeno due settimane. Fallo preferibilmente prima o durante un’attività che richiede uno sforzo attentivo maggiore del solito, come lo studio o stare al pc.

Più andrai avanti e più ti renderai conto della sua efficacia e di quanto tu e solo tu possa avere pieno controllo sul tuo stato mentale e sulla tua capacità di concentrazione.

Sei curioso di scoprire altri esercizi?

Scrivimi qui: info@giuliapelinipsicologa.it

Condividi:
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x